Crea sito

Cannabis, come scoprire se un figlio si droga

22 luglio 2013

Notizie del Giorno

cannabis spinello marijuana

cannabis spinello marijuana

Per chi ha figli questo non è un problema da poco e, una volta o l’altra, nella vita di genitori si pensa a questa eventualità. La cannabis è l’ipotesi più gettonata, anche se la cocaina prende molto piede anche tra i giovani, ora che costa meno.

Dalla Cannabis, ovvero canapa indiana, si ricavano marijuana e hashish, droghe allucinogene che alterano il modo di vedere ciò che ci circonda. Il dramma è che le droghe distruggono le vite di milioni di persone ogni singolo anno, ma c’è sempre chi cerca di promuoverle e afferma che alcune non sono pericolose.

La marijuana è la droga illegale più utilizzata al mondo e di solito viene fumata come una sigaretta (prende il nome di spinello). I suoi effetti si avvertono in pochi minuti. Il fumo crea un grosso impatto sui polmoni e porta a mal di gola, bronchiti e anche problemi mentali gravi. Ad esempio chi fuma marijuana ha la memoria molto corta.

Questa sostanza danneggia anche il sistema immunitario, si deposita nei tessuti adiposi e vi rimane.

Quali sono i segnali per capire se una persona fa uso di cannabis?

  • battito cardiaco accelerato,
  • disorientamento,
  • scoordinazione fisica,
  • depressione,
  • sonnolenza,
  • attacchi di panico o ansia,
  • alterazione ciclo mestruale nelle donne,
  • parto prematuro se presa durante la gravidanza e possibilità di avere un figlio sottosviluppato con possibilità di avere leucemie e anomalie mentali,
  • cambio di umore,
  • difficoltà di studio,
  • calo di capacità sessuale.
  • occhi rossi
  • costante bisogno di denaro con le motivazioni più naturali.

Il bisogno di denaro da spendere per la droga è costante, fossero anche una ventina di euro a settimana. Trovano le motivazioni più banali e normali che ci siano e, ai genitori, nemmeno passa per la mente che siano frottole. Se però avete dei dubbi prima affrontate l’argomento con calma, se però vedete che si inalbera e giustifica gli “amici” che lo fanno non è un buon segno.

Che “lo facciano tutti” nemmeno. Per mia fortuna, nonostante lo facessero tutti, mio figlio non l’ha mai fatto, anzi era contrario. Però io ho avuto la fortuna di poterlo accompagnare ad una conferenza tenuta da Enrico Comi, potete leggere di lui nel suo blog.

 

scritto da marinagalatioto.com

Ti piace leggere? Su  ebook italia e marina ebook trovi libri sia gratis che a pagamento. Puoi scaricarli direttamente sul tuo pc, tablet o cellulare.

 

, , , , , , , , ,

About Marina

Marina Galatioto scrittrice, blogger e giornalista da oltre quindici anni collabora con le maggiori riviste femminili per le quali scrive articoli, racconti e romanzi. Ha lavorato anche per riviste indirizzate a bambini e adolescenti per le quali ha sviluppato sceneggiature per fumetti. Il suo sito personale www.marinagalatioto.com con corsi di scrittura e il blog.marinagalatioto.com diario personale con articoli su vari argomenti di utilità per scrittori e artisti

View all posts by Marina

Comments are closed.